Fino agli inizi del ‘900, le persone con una qualsiasi disabilità erano emarginati e esclusi dalla società.  Per fortuna, da qualche decennio la situazione è molto cambiata e gli obiettivi sono sempre più vicini ad abbattere qualsiasi barriera e arricchire e valorizzare la società includendo tutte le persone e mettendo da parte i preconcetti, i pregiudizi e i tabù sulla disabilità

Il termine “inclusione” è stato coniato solo di recente e simboleggia il grande cambiamento che sta avvenendo sul tema della disabilità e verso tutte quelle persone con disabilità di qualsiasi tipo.  

La società, infatti, sta cercando sempre più di migliorare le leggi per abbattere le barriere mentali e architettoniche e per rendere accessibili a tutti qualsiasi tipo di servizio, attività e luogo. 

Le leggi però non sono sufficienti. C’è la necessità di capirle e applicarle, per poter parlare davvero di inclusione. 

Negli ultimi decenni, a partire dalla scuola, sti sta cercando di fare dei passi verso l’inclusione completa degli studenti con disabilità. 

Per saperne di più su questo argomento, noi di EBS Corsi Online, abbiamo realizzato per te il Corso inclusione scolastica. In questo corso online potrai studiare come è cambiata società e la legislazione dal passato, fino ad arrivare ad oggi, dove il tema dell’inclusione scolastica è diventato davvero molto importante.  

In questo corso di formazione on line imparerai a conoscere e distinguere i differenti tipi di diversità e scoprirai quali sono gli strumenti normativi che servono per applicare al meglio l’inclusione scolastica. 

Infine, all’interno del corso online, potrai esplorare metodologie, strategie e strumentazioni per applicare l’inclusione scolastica a scuola, in classe di qualsiasi ordine e grado.  

Il Corso inclusione scolastica è rivolto ad insegnanti, assistenti scolastici, educatori e tutte le figure professionali che intendono avvicinarsi a questa tematica importantissima per la nostra società e a chiunque voglia acquisire conoscenze in merito, pur non lavorando nel campo della didattica. 

L’obiettivo principale è quello di offrirti una panoramica sul significato e sull’importanza dell’inclusione scolastica. Darti un quadro esaustivo sulla legislazione in merito, sulle figure professionali coinvolte, quali sono gli strumenti necessari per la sua applicazione, fornendoti spunti e idee pratiche da poter applicare durante il corso dell’anno scolastico. 

Come l’insclusione scolastica arricchisce la società

L’inclusione porta alla creazione di un ambiente scolastico che risponda alle esigenze di tutti, siano essi bambini, adolescenti o adulti, poiché l’inclusione arricchisce e valorizza la totalità delle persone anche senza disabilità. 

Ogni persona coinvolta in un ambiente scolastico, infatti, è chiamata a partecipare alla creazione di opportunità a cui tutti possono accedere. 

Ecco perché ogni istituzione scolastica dovrebbe fare, annualmente, un’autoanalisi per capire come migliorare il processo di abbattimento delle barriere (non solo architettoniche), ma anche relazionali, e come integrare sempre più studenti con disabilità. 

La scuola dovrebbe chiedersi se i suoi docenti sono in grado di accogliere e integrare gli studenti con disabilità e se vi è un docente di sostegno, quindi una figura professionale specializzata che padroneggia tecniche e strumentazioni per applicare l’inclusione scolastica. 

A che punto è l’inclusione scolastica in Italia?

Le prime leggi sull’inclusione scolastica sono state emanate nel 1971, quindi sono passati 50 anni dalla loro entrata in vigore, ma i risultati non sono soddisfacenti: purtroppo, l’Italia è ancora molto indietro rispetto agli obiettivi di questa tematica. 

L’inclusione scolastica è una sfida molto importante per tutta la società, da vincere mettendo al centro della cultura gli alunni, con e senza disabilità, e non solo la didattica.  

L’Italia è anche molto lontana dall’avere docenti di sostegno di ruolo in ogni scuola; infatti, sarebbe necessaria l’istituzione di una cattedra apposita per una figura professionale specializzata, che faccia da mediatore e facilitatore all’interno della classe e durante le lezioni con gli alunni con disabilità. 

La figura professionale con preparazione da docente di sostegno è molto importante nelle scuole, ma anche tutti gli altri insegnanti dovrebbero conoscere le basi dell’argomento per poter interagire al meglio con l’alunno disabile e poter realizzare per lui e per tutta la classe delle lezioni inclusive.  

Altra problematica che ritroviamo in Italia è che gli alunni con disabilità iniziano l’anno scolastico più tardi rispetto agli altri alunni, in quanto le scuole assegnano con ritardo i docenti di sostegno.

Questa situazione si ripercuote su tutti gli alunni, poiché il ragazzo con disabilità non ha l’occasione di socializzare con la classe e con i docenti sin da subito e, quindi, perde l’occasione di integrarsi velocemente.

Potrebbe interessarti anche...

corso arteterapia

Perché un corso Arteterapia nelle scuole

L’importanza dell’arteterapia nell’educazione Perché insegnanti, educatori, psicologi devono considerare un corso arteterapia L’educazione è un processo complesso che va ben […]

Leggi di più… from Perché un corso Arteterapia nelle scuole

arteterapia disegni

Arteterapia disegni

Un viaggio esplorativo nell’espressione creativa e nella guarigione L’arteterapia è una forma di terapia che utilizza l’espressione artistica come mezzo […]

Leggi di più… from Arteterapia disegni

Share